MODIFICA DELLE CONDIZIONI DEL DIVORZIO

La legge prevede che dopo la pronuncia del divorzio le condizioni stabilite possano essere modificate dal Tribunale, qualora sopravvengano "giustificati motivi". 

Il procedimento può essere non contenzioso se i coniugi trovano un accordo sulla modifica delle condizioni del divorzio.


I motivi sopravvenuti che giustificano la revisione delle condizioni economiche del divorzio (quelle relative all'assegno di divorzio e/o all'assegno di mantenimento dei figli) consistono nel mutamento delle condizioni economiche degli ex coniugi. 

Anche le condizioni che riguardano l'affidamento dei figli e l'assegnazione della casa coniugale possono essere oggetto di modifica con questo procedimento.

 

Se non vi sono figli minori, o maggiorenni non autonomi o portatori di handicap grave ed i coniugi hanno trovato un accordo sulla modifica delle condizioni del divorzio, possono avvalersi della procedura semplificata davanti all'ufficiale dello stato civile.

 

I coniugi che non  hanno trovato un accordo sulla modifica delle condizioni del divorzio, possono avvalersi della procedura di negoziazione assistita da avvocati.