addebito della separazione

Il persistente rifiuto di un coniuge di avere rapporti intimi non comporta l’addebito della separazione se è conseguenza di tensioni e contrasti creati dall’altro coniuge.
I motivi di addebito della separazione, abbandono del domicilio coniugale, infedeltà, relazione extraconiugale, maltrattamenti, menzogne e manipolazioni
Una recente pronuncia della sezione famiglia del Tribunale di Milano [1] fornisce un quadro chiaro dei doveri che il coniuge deve adempiere per non vedersi addebbitata la separazione: in primo luogo essere leale e sincero, senza mai manipolare o nascondere la realtà all'altro.