l'ADDEBITO DELLA SEPARAZIONE

L'addebito della separazione viene pronunciato dal giudice nel procedimento di separazione giudiziale

 

La domanda di addebito deve essere proposta dal coniuge, in mancanza la separazione sarà pronunciata senza addebito ad alcuno dei coniugi.

 

Ci si chiede se il singolo tradimento della moglie o il tradimento del marito, oppure una vera relazione extraconiugale, l'abbandono della casa coniugale o un maltrattamento possono facilmente dare luogo all'addebito della separazione.

 

Orbene, legge prevede che l'addebito venga pronunciato in capo al coniuge che ha violato i doveri coniugali, tuttavia occorre provare non solo il comportamento illecito, ma anche il nesso causale fra quel comportamento ed il fallimento del matrimonio.

Una disamina dei motivi di addebito della separazione è in questo articolo.

 

E dunque, l'infedeltà del coniuge, il tradimento del marito o della moglie, una relazione extraconiugale, dovranno senz'altro essere provati in giudizio (con testimonianze ed altre prove, valide e rituali), ma occorrerà altresì provare che proprio quei comportamenti hanno determinato la crisi coniugale: perché hanno ferito la sensibilità del coniuge, sono divenuti noti nell'ambiente sociale del coniuge arrecandogli danno all'onore, ecc...

 

 

le conseguenze della pronuncia di addebito

Fra le conseguenze della pronuncia di addebito la principale è che il coniuge responsabile della crisi dell'unione, al quale è stata addebitata la separazione, perde il diritto di ricevere l'assegno di mantenimento che gli sarebbe spettato nel caso di mancanza di adeguati redditi propri.

Egli ha solo il diritto, se esistono i requisiti previsti dalla legge, ad un assegno alimentare.


Il mantenimento comprende la soddisfazione di tutte le esigenze di vita di una persona. 

Gli alimenti comprendono la soddisfazione delle esigenze minime di vita di una persona che si trova in stato di bisogno.


E’ reato costringere il coniuge a tollerare il tradimento nella casa coniugale

Il marito che incontra l’amante all’interno dell’abitazione familiare e che costringe la moglie, con gravi minacce e vessazioni, ad accettare tale situazione, può essere condannato per il reato di maltrattamenti in famiglia, anche sulla base delle sole dichiarazioni della vittima.

leggi di più 0 Commenti

I motivi di addebito della separazione

L’addebito della separazione può essere pronunciato nei confronti del coniuge che ha violato i doveri che nascono dal matrimonio [1]; vediamo i motivi di addebito della separazione nella giurisprudenza della Corte di Cassazione

leggi di più 0 Commenti

Addebito della separazione al coniuge che mente

 

 

Una recente pronuncia della sezione famiglia del Tribunale di Milano [1] fornisce un quadro chiaro dei doveri che il coniuge deve adempiere per non vedersi addebbitata la separazione: in primo luogo essere leale e sincero, senza mai manipolare o nascondere la realtà all'altro.

 

 

leggi di più 1 Commenti