Divorzio breve: approvate oggi le nuove norme in Senato, presto saranno legge

E’ stato approvato oggi al Senato il disegno di legge sul divorzio breve. 

Ieri in Senato sono state stralciate le norme sul "divorzio immediato" (che avrebbero permesso, in caso di accordo, di chiedere immediatamente il divorzio senza passare per la fase di separazione).

Questo renderà sicuramente più rapido l’iter dell’approvazione del disegno di legge, per cui senza lo “scoglio" del divorzio immediato le norme saranno definitivamente approvate quando il disegno di legge passerà in terza lettura alla Camera.

Le nuove norme riducono il termine triennale che deve intercorrere fra la separazione e la domanda di divorzio a un anno in caso di separazione giudiziale e sei mesi in caso di separazione consensuale.

Inoltre, lo scioglimento della comunione si verifica non più con il passaggio in giudicato del provvedimento di separazione, ma con l’ordinanza con la quale, alla prima udienza, il Presidente del Tribunale autorizza i coniugi a vivere separati. 

La domanda di divisione dei beni (divisione giudiziale, in caso di disaccordo fra i coniugi), potrà essere proposta già nel procedimento di separazione (e non con un separato giudizio, successivo al passaggio in giudicato del provvedimento di separazione, come avviene oggi).

 

Nel 2007 ho fondato (con i deputati Rita Bernardini e Maurizio Turco) la Lega Italiana per il Divorzio Breve, associazione il cui scopo è proprio quello di ottenere l’approvazione delle norme oggi approdate in Senato.

 

E’ grazie all’attività della Lega ed alle sue iniziative mediatiche, culturali e politiche, se le norme in questa delicata materia stanno diventando più moderne e vicine alle esigenze reali dei cittadini.

 

Mi permetto allora di condividere con i miei lettori la soddisfazione per i risultati ottenuti, grazie all’impegno di tanti (alla Lega hanno aderito giuristi, magistrati, avvocati, associazioni di genitori separati), ma anche grazie al piccolo contributo dato dal mio studio con tutti i suoi collaboratori.

 

di Vanda Lops

Scrivi commento

Commenti: 0